Tasse e contributi

 
Anno accademico 2016-2017 contributi e retta di frequenza
 
 
1) TEST DI AMMISSIONE

Per l' iscrizione ai corsi dell'Accademia di Brera sono previsti dei test di ammissione. 
Prima di sostenere i test di ammissione gli studenti dovranno effettuare il pagamento di tasse, contributi e diritti di segreteria.

Corso
Tasse governative
c/c postale 1016
intestato all'Agenzia delle entrate
Contributi accademici +
Diritti segreteria (€ 3,00)
bollettino MAV
TOTALE
Test 1° livello
€ 15,13
€ 84,69
€ 99,82
Test 2° livello
€ 15,13
€ 34,69
€ 49,82
Test di Restauro
€ 15,13
€ 34,69
49,82
Test Scuola serale
€ 15,13
€ 34,69
49,82

È possibile iscriversi ai test di ammissione e stampare il Mav per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante internet al sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line". 
Il pagamento del Mav può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Scadenza MAV preiscrizione:

  • 1° Livello 29/08/2016;
  • Fotografia 29/08/2016;
  • Quinquennio restauro 29/08/2016;
  • 2° Livello 16/09/2016;
  • Scuola nudo e artefici 16/09/2016.
2) MODALITA' DI PAGAMENTO DELLA PRIMA RATA

La prima rata deve essere pagata entro il 30 Settembre 2016.

Gli studenti in situazione di handicap con un’invalidità riconosciuta pari o superiore al  66 %  sono esonerati totalmente dal pagamento di qualsiasi tassa d’iscrizione e di frequenza, nonché da tutti gli eventuali contributi. Gli interessati dovranno presentare in Segreteria – Ufficio contributi il certificato della Commissione medica di prima istanza da cui risulti il grado di invalidità.

In caso di interruzione di 1 o più anni, lo studente è tenuto a versare, oltre alla prevista tassa e ai contributi per l'anno di iscrizione, anche euro 200 per ogni anno di interruzione (rivolgersi in segreteria - ufficio contributi).

2.1) IMMATRICOLAZIONI

Possono iscriversi al 1° anno solo gli studenti che hanno superato gli esami di ammissione presso l'Accademia di Brera, test di ammissione sostenuti altrove non sono validi.

Tutti gli studenti iscritti al 1° anno devono effettuare il pagamento come indicato nella seguente tabella:

CORSO
Tasse governative
c/c postale 1016
Retta di frequenza
MAV
Tassa regionale
MAV
Diritti segreteria
MAV
TOTALE
Diploma di 1° livello
102,93
635,15
140,00
3,00
881,08
Diploma di 2° livello
102,93
910,15
140,00
3,00
1.156,08
Scuola libera del nudo
Scuola degli Artefici
102,93
500,00
 
3,00
605,93
Corso propedeutico
 
1000,00
 
3,00
1.003,00
Restauro
102,93
950,15
140,00
3,00
1.196,08
Restauro
CONTRIBUTO DI LABORATORIO
       
1000,00
Corsi singoli (dal secondo corso riduzione del 30%)
72,67
180,00
 
 
252,67

Le tasse governativa €102,93 (di cui 30,26 quale tassa di immatricolazione e 72,67 quale tassa di iscrizione/frequenza), devono essere versate entro il 30/09/2016 sul c/c 1016 intestato: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

Si fà presente che la tassa governativa (bollettino 1016)  va inoltrata tramite la procedura on line nel prorio profilo sulla segreteria entro il 30 Novembre 2016.

La tassa regionale pari a euro 140 per i diplomi di 1° e 2° livello è versata all'Accademia di Brera unitamente agli importi ad essa dovuti.

È possibile iscriversi al 1° anno di corso e stampare il Mav per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante il sito dell'accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “Segreteria on line”

Il pagamento del Mav può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Per i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito è necessario verificare attentamente le disposizioni e gli orari di accettazione dei MAV e le eventuali commissioni applicate da questi servizi. Si invita a consultare le informative PSD disponibili presso le filiali o i siti internet degli stessi. 
In particolare si ricorda, che molte banche non eseguono immediatamente i pagamenti disposti, limitandosi alla sola presa in carico. In tale ipotesi l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e, qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento. 

Il versamento della prima rata effettuato oltre il termine perentorio del 30/09/2016 comporta il versamento di una penale così determinata: € 50 per ogni mese di ritardo fino ad un massimo di € 150,00.

Modalità di calcolo della mora:

- pagamento 1ª rata effettuato dal 01 /10/ 2016 al 31/10/2016 la mora sarà pari a € 50,00;

- pagamento 1ª rata effettuato dal 01/11/2016 al 30/11/2016 la mora sarà pari ad € 100,00;

- pagamento 1° rata effettuato dal 01/12/2016 in poi la mora sarà pari ad € 150,00.

Per il corso di diploma a ciclo unico di II livello in Restauro, a decorrere dall’a.a. 2013/2014, è stato introdotto un contributo aggiuntivo per il laboratorio di € 1.000,00 con scadenza 31/12/2016 (Mav scaricabile dalla propria pagina on line).

Gli studenti non in regola con i pagamenti e con l'invio dei documenti relativi all'iscrizione non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro istituto

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l'iscrizione, non ha diritto alla restituzione degli importi versati.

Gli studenti che intendono ritirarsi, possono farlo fino alla data del 31 dicembre 2016. Oltre tale data, sono tenuti comunque al versamento della seconda rata.

Il ritiro effettuato via fax 02.86955281, - via mail o per raccomandata deve rispettare la data del 31/12/2016.

2.2) ISCRIZIONI AI CORSI SINGOLI

L’iscrizione ai corsi singoli prevede per il primo corso scelto, un importo di € 180,00, dal secondo corso si applica un sconto del 30%.

Il Mav con l’importo dovuto verrà generato nella propria pagina on line da pagare entro il 30/09/2016.

Il pagamento del Mav vale come iscrizione.

L’importo dovuto comprende anche i diritti di segreteria.

La tassa governativa di € 72,67, quale tassa di iscrizione/frequenza, deve essere versata entro il 30/09/2016 sul c/c 1016, intestato a: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

2.3) ISCRIZIONI AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

Tutti gli studenti iscritti agli anni successivi al 1° devono effettuare i pagamenti come indicato nella seguente tabella:

CORSO
Tasse Governative
c/c postale 1016
Retta di Frequenza
MAV
Tassa Regionale
MAV
Diritti Segreteria
MAV
TOTALE
Diploma di 1° livello
72,67
635,15
140,00
3,00
850,82
Diploma di 2° livello
72,67
910,15
140,00
3,00
1.125,82
Solo Esame finale
72,67
448,70
 
 
521,37
Scuola libera del nudo
Scuola degli Artefici
72,67
500,00
 
3,00
575,67

La tassa governativa di € 72,67 deve essere versata entro il 30/09/2016 sul c/c 1016 intestato a: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

Si fà presente che la tassa governativa (bollettino 1016) va inoltrato tramite la procedura telematica dal proprio profilo on line entro il 30/11/2016

La tassa regionale pari a euro 140 per i diplomi di I e II livello è versata all'Accademia di Brera unitamente agli importi ad essa dovuti.

Per gli studenti provenienti da altro Istituto, per le iscrizioni agli anni successivi al primo, la tassa governativa è di € 102,93 (di cui 30,26 quale tassa di immatricolazione e 72,67 quale tassa di iscrizione/frequenza).

È possibile iscriversi agli anni successivi al primo, e stampare il MAV per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi al sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) e seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line ".

Il pagamento del Mav vale come iscrizione.

Il pagamento del Mav può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Per i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito è necessario verificare attentamente le disposizioni e gli orari di accettazione dei MAV e le eventuali commissioni applicate da questi servizi. Si invita a consultare le informative PSD disponibili presso le filiali o i siti internet degli stessi. 
In particolare si ricorda che molte banche non eseguono immediatamente i pagamenti disposti, limitandosi alla sola presa in carico. In tal caso l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e, qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento. 

Il versamento della 1ª rata effettuato oltre il termine perentorio del 30/09/2016 comporta il versamento di una penale così determinata: € 50 per ogni mese di ritardo fino ad un massimo di € 150,00.

Modalità di calcolo della mora:

pagamento 1° rata effettuato dal 01/10/2016 al 31/10/2016 la mora sarà pari a € 50.00

pagamento 1° rata effettuato dal 01/11/2016 al 30/11/2016 la mora sarà pari a € 100.00

pagamento 1°rata effettuato dal 01/12/2016 in poi la mora sarà pari a € 150.00

La mancata regolarizzazione non consentirà la prenotazione on line agli esami.

L'accademia di Brera provvederà ad emettere un bollettino Mav con preindicato l'importo del pagamento della penale pagabile con le solite modalità (scaricabile on line dal profilo dello studente).

Gli studenti non in regola con detti pagamenti e con i documenti relativi all'iscrizione non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro Istituto.

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l'iscrizione ad un anno accademico non ha diritto alla restituzione degli importi versati.

Gli studenti che intendono ritirarsi possono farlo fino alla data del 31 dicembre 2016, oltre tale data sono tenuti comunque al pagamento della seconda rata.

il ritiro via fax 02.86955281 via e-mail o per raccomandata deve rispettare la data del 31/12/2016

3) ISCRIZIONE SOLO ESAME FINALE

Gli studenti che hanno sostenuto positivamente tutti gli esami previsti dal proprio piano di studi, devono iscriversi al nuovo anno accademico unicamente per sostenere l’esame di tesi, versando una quota di € 448,70 entro il 30/09/2016, oltre alla tassa governativa di € 72,67 da versare sul c/c 1016 intestato a: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

Il versamento della 1ª rata effettuato oltre il termine perentorio del 30/09/2016 comporta il versamento di una penale così determinata: € 50 per ogni mese di ritardo fino ad un massimo di € 150,00.

Modalità di calcolo della mora:

- pagamento 1ª rata effettuato dal 01/10/2016 al 30/10/2016 la mora sarà pari a € 50,00;

- pagamento 1ª rata effettuato  dal 01/11/2016 al 30/11/2016 la mora sarà pari ad € 100,00;

- pagamento 1ª rata effettuato dal 01/12/2016 in poi la mora sarà pari ad € 150,00.

Il pagamento del Mav vale come iscrizione.

Il pagamento del Mav può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Per i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito è necessario verificare attentamente le disposizioni e gli orari di accettazione dei MAV e le eventuali commissioni applicate da questi servizi. Si invita a consultare le informative PSD disponibili presso le filiali o i siti internet degli stessi. 
In particolare si ricorda che molte banche non eseguono immediatamente i pagamenti disposti, limitandosi alla sola presa in carico. In tal caso l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e, qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento.

4) TASSE DI DIPLOMA E ALTRI SERVIZI DI SEGRETERIA

Per sostenere l'esame finale di diploma, lo studente deve versare un importo di € 50,00 mediante bollettino postale c/c 34721217 intestato all’Accademia di Belle Arti di Brera che può essere ritirato presso la segreteria.

La ricevuta del versamento effettuato dovrà essere presentata solo al momento della presentazione della documentazione di ”conferma tesi”.
 
5) CORSI POMERIDIANI

La Scuola degli Artefici e la Scuola libera del nudo sono corsi che permettono a persone interessate all’ambito artistico di approfondire le proprie conoscenze. Dopo tre anni di frequenza ai corsi e il superamento dell’esame finale si ottiene un attestato di partecipazione. Per accedere ai suddetti corsi è necessario iscriversi agli esami di ammissione.

La rata deve essere pagata entro il 28/10/2016, stampando il MAV per il relativo pagamento esclusivamente collegandosi mediante il sito dell'Accademia (www.accademiadibrera.milano.it) seguendo le istruzioni della procedura “segreteria on line”.

Il pagamento del Mav può essere effettuato presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Il pagamento del Mav vale come iscrizione.

Per gli iscritti al 1° anno le tasse governativa € 102,93 (di cui 30,26 quale tassa di immatricolazione e 72,67 quale tassa di iscrizione/frequenza), devono essere versate entro il 28/10/2016 sul c/c 1016 intestato a: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

Per gli iscritti agli anni successivi al primo la tassa governativa € 72,67 deve essere versata entro il 28/10/2016 sul c/c 1016 intestato a: Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara tasse scolastiche.

Si fà presente che la tassa governativa (bollettino 1016) va inoltrato tramite la procedura telematica dal proprio profiolo on line entro il 30/11/2016

6) CORSO PROPEDEUTICO

È rivolto sia ai candidati non ammessi ai corsi dell’Accademia durante i test di ammissione, sia ai diplomati con una maturità diversa dalla maturità artistica (linguistica, classica etc.) che intendono integrare la loro preparazione prima diaccedere all’Accademia di Brera.

L’iscrizione al Corso Propedeutico è libera, non prevede un test di accesso e ha durata annuale.

Per l’iscrizione e il pagamento rivolgersi presso la Segreteria Didattica di via Fiori Oscuri 7 – 20121 Milano.

7) MODALITA' DI PAGAMENTO DELLA SECONDA RATA

La seconda rata, viene determinata in base alla condizione economica del nucleo familiare dello studente, deve essere versata entro il 31/03/2017.

A decorrere dall’1 gennaio 2015 sono entrate in vigore le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013 n. 159 e del Decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali 7 novembre 2014, che prevedono nuove regole di calcolo dell'ISEE e nuove procedure di rilascio delle attestazioni.

 

Cos'è l'attestazione ISEE e a cosa serve

L’attestazione ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) è lo strumento di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali agevolate.
Serve per ottenere la determinazione della seconda rata rispetto all’importo massimo e per chiedere le altre prestazioni erogate nell’ambito del diritto allo studio universitario, quali borse di studio.

 

Come e a chi si richiede

Per ottenere l’attestazione ISEE per le prestazioni relative al diritto allo studio si deve compilare la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) integrale, scaricabile dal sito dell’INPS

La DSU contiene informazioni sul nucleo familiare e sui redditi e patrimoni di ogni componente il nucleo familiare. Deve essere compilata e presentata presso uno dei seguenti soggetti:

- ai Centri di Assistenza Fiscale (CAAF)

- ai Comuni

- all’INPS, anche per via telematica

Dopo aver consegnato la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) ad uno dei suddetti enti, il medesimo ente provvederà a comunicare allo studente quando potrà ottenere l’attestazione ISEE.

 

Quando e come si presenta all'Accademia

Il valore dell’attestazione ISEE 2016 dovrà essere inserito tramite la procedura telematica del proprio profilo on line ed inviata entro e non oltre il 31/12/2016. L’attestazione completa dovrà essere trasmessa sempre attraverso la modalità on line.

Il valore dell’ attestazione ISEE inserito dopo la scadenza del 31/12/2016 e fino al 28/02/2017 comporta una sanzione di € 50.00. Gli studenti che non inseriscono il valore ISEE con le modalità sopra riportate sarà calcolato l’importo massimo di seconda rata.

 

Normativa di riferimento

L’ISEE per il diritto allo studio è disciplinata dalle seguenti norme:
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013 n. 159
Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali 7 novembre 2014
Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 9 aprile 2001
Per maggiori informazioni si rinvia al sito dell'INPS
Si segnalano alcune disposizioni particolari riguardanti lo studente non convivente con i genitori e lo studente straniero
 

- STUDENTE NON CONVIVENTE CON I GENITORI
Ai fini del calcolo ISEE-Università, in applicazione dell'art. 8 del Dpcm 5 dicembre 2013 n. 159, lo studente che richiede l'attestazione fa parte del nucleo familiare dei genitori anche se non conviventi con lo studente, a meno che non ricorrano entrambi i seguenti requisiti:

- residenza fuori dall'unità abitativa della famiglia di origine da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di proprietà di un suo membro;

- presenza di una adeguata capacità di reddito: redditi propri derivanti da lavoro dipendente o assimilato, non prestato alle dipendenze di un familiare, fiscalmente dichiarato da almeno due anni, non inferiore a euro 7.766,00 Euro

Eccezioni: convivenza anagrafica
Non è soggetto a tale disposizione e forma nucleo familiare a sé stante, in conformità all’art. 5 DPR 223/1989, lo studente che è in “convivenza anagrafica” perché risiede stabilmente in istituti religiosi, istituti assistenziali o di cura, in caserme o in istituti di detenzione.
Tale regola non si applica nel caso in cui lo studente sia coniugato o fiscalmente a carico di altre persone.

 

- STUDENTE STRANIERO 
La situazione economica e patrimoniale del nucleo familiare deve essere certificata con apposita documentazione rilasciata dalle competenti autorità del Paese in cui i redditi sono stati prodotti e deve essere tradotta in lingua italiana dalle Autorità diplomatiche italiane competenti per territorio.

Per quei Paesi in cui il rilascio della documentazione da parte della locale Ambasciata italiana presenta particolari difficoltà lo studente può rivolgersi alle Rappresentanze diplomatiche o Consolari estere in Italia: in tal caso la certificazione rilasciata deve essere legalizzata dalle Prefetture ai sensi dell’art. 33, del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Per gli studenti stranieri provenienti da Paesi particolarmente poveri (specificati con decreto del Ministro per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca scientifica d’intesa con il Ministro per gli Affari Esteri) la valutazione della condizione economica è effettuata sulla base di una certificazione della Rappresentanza italiana nel paese di provenienza che attesti che lo studente non appartiene a una famiglia notoriamente di alto reddito e di elevato livello sociale.

Lo studente è obbligato a dichiarare i redditi e il patrimonio eventualmente detenuti in Italia dal proprio nucleo familiare.

La condizione economica e patrimoniale per gli studenti stranieri non appartenenti all’area dell’Euro è valutata sulla base del cambio medio del 2015.

Gli studenti stranieri non appartenenti alla Comunità europea sono tenuti a presentare in Segreteria - Ufficio contributi - Via Fiori Oscuri 7 la seguente documentazione IN ORIGINALE tradotta in lingua italiana, rilasciata o vistata dalle rappresentanze diplomatiche/consolari in Italia entro il 31/12/2016:

  • Stato di famiglia.
  • Reddito relativo all’anno 2015.
  • Certificato di proprietà immobiliare o contratto d’affitto.
  • Ammontare complessivo al 31/12/2015 dei depositi bancari (estratto conto).

N.B. Gli studenti che presentano la domanda di borsa di studio non devono presentarsi in segreteria ma, devono consegnare i documenti in originale all’ufficio DSU, che provvederà a recapitarli all’ufficio tasse per il calcolo della 2° rata.

 

Accertamenti fiscali

L’Accademia di Belle Arti di Brera esercita un controllo sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive uniche e svolge con ogni mezzo a sua disposizione, anche avvalendosi dell’anagrafe tributaria, tutte le indagini che ritiene opportune chiedendo informazioni all’Amministrazione Finanziaria dello Stato, agli Uffici Catastali e alla Polizia Tributaria.

In caso di comunicazione di dati non corrispondenti alle risultanze evidenziate attraverso la documentazione fiscale, o attraverso i dovuti controlli effettuati tramite gli Uffici finanziari e la Guardia di Finanza, lo studente è tenuto al versamento dovuto in base al proprio ISEE-Università e al pagamento di una penale pari alla differenza tra la seconda rata risultante dalla verifica e quella dovuta in base all’autocertificazione.

Le dichiarazioni mendaci saranno denunciate alla competenti autorità giudiziaria.

Dopo l’inserimento on line del valore ISEE, sarà disponibile on line, nel profilo dello studente, il bollettino MAV relativo al pagamento della seconda rata, pagabile presso qualunque sportello bancario oppure on line indicando il codice identificativo riportato sul Mav.

Per i pagamenti effettuati tramite home banking o carta di credito è necessario verificare attentamente le disposizioni e gli orari di accettazione dei MAV e le eventuali commissioni applicate da questi servizi. Si invita a consultare le informative PSD disponibili presso le filiali o i siti internet degli stessi. 
In particolare si ricorda, che molte banche non eseguono immediatamente i pagamenti disposti, limitandosi alla sola presa in carico. In tal caso l'operazione solitamente avrà data di esecuzione pari al giorno lavorativo seguente e, qualora questo sia successivo alle scadenze imposte, verrà richiesto il contributo aggiuntivo per ritardato pagamento. 

Il versamento della 2ª rata effettuato oltre il termine perentorio del 31/03/ 2017 comporta il versamento di una penale così determinata: € 50 per ogni mese di ritardo fino ad un massimo di € 150,00.

Modalità di calcolo della mora:

- pagamento 2ª rata effettuato dal 01/04/2017 al 30/04/2017 la mora sarà pari a € 50,00;

- pagamento 2ª rata effettuato dal 01/05/2017 al 31/05/2017  la mora sarà pari ad € 100,00;

- pagamento 2° rata effettuato dal 01/06/2017 in poi la mora sarà pari ad € 150,00.

La mancata regolarizzazione della 2ª rata non consentirà la prenotazione on line agli esami.

L'Accademia di Brera provvederà ad emettere un bollettino Mav con prestampato l'importo relativo al pagamento della penale (scaricabile on line dal profilo dello studente).

Gli studenti non in regola con detti pagamenti non hanno diritto a frequentare i corsi, sostenere esami, richiedere certificati, discutere la tesi, chiedere il trasferimento ad altro istituto.

Lo studente che ha chiesto ed ottenuto l'iscrizione non ha diritto alla restituzione degli importi versati.

8) TABELLA DEI CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DELL' IMPORTO DEI CONTRIBUTI DELLA 2ª RATA

La condizione economica degli studenti viene valutata sulla base del valore ISEE come indicato dalla seguente tabella:

FASCIA
DA
A
IMPORTO
1
€ 0,00
€ 8.000,00
€ 101,64
2
€ 8.000,01
€ 14.000,00
€ 213,99
3
€ 14.000,01
€ 21.000,00
€ 410,34
4
€ 21.000,01
€ 29.000,00
€ 776,79
5
€ 29.000,01
€ 38.000,00
€ 1.049,79
6
€ 38.000,01
€ 48.000,00
€ 1.273,44
7
€ 48.000,01
€ 59.000,00
€ 1.571,64
8
€ 59.000,01
€ 71.000,00
€ 1.956,99
9
€ 71.000,01
€ 84.000,00
€ 2.205,84
10 € 84.000,01 IN POI € 2.445,24

 

Milano 14/07/2016

 

Il Direttore
Prof. Franco Marrocco