Design 2 / MISSANELLI VINCENZO

Disciplina:

Design 2

AA:

2018

E-mail:

vincenzomissanelli@ababrera.it

Programma del corso:
I lavori da presentare per l'esame di Design 2 consistono nella realizzazione di due progetti.
 
Progetto n. 1
Realizzazione di panca singola o modulare per arredo urbano.
Esaminare tutti i materiali: dal metallo alle materie plastiche e ai materiali di riciclo.  
I progetti dovranno essere disegnati in scala reale (con la definizione del materiale scelto, i relativi disegni tecnici quotati in varie viste e sezioni) e ambientati in uno spazio contestualizzato.
 
Progetto n. 2:
 Realizzazione di un prodotto da scegliere a piacere per arredare spazi pubblici e privati, interni ed esterni, luoghi di studio e di lavoro, di incontro e ricreativi. Il progetto dovrà essere disegnato in scala reale (con la definizione del materiale scelto, i relativi disegni tecnici quotati in varie viste e sezioni) e ambientato in uno spazio contestualizzato.
 
L'ideazione del progetto/prodotto potrà essere impostata con schizzi preliminari a mano libera, bozzetti prospettici dell'ambiente o struttura prescelta che lo accoglie. Sono ammesse tutte le tecniche: matite colorate, pastelli, acrilici, acquerello, modelli in balsa, o altro materiale, oppure l'utilizzo di tecniche con software per la progettazione tridimensionale e rendering.
 
REVISIONI.
Sono previste revisioni frontali e pre-esame. Non sarà ammesso agli esami chi non si presenta ad almeno cinque revisioni. Non saranno valutati lavori portati all'esame senza alcuna revisione.
 
A fine corso le stampe dei lavori definitivi dovranno essere impaginate su formato A3 accompagnate da una relazione descrittiva.
 
Bibliografia:
Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:

Il corso prevede, attraverso l'insegnamento teorico-pratico di preparare figure professionali che abbiano capacità e conoscenze tecniche della progettazione e applicarle in reali progetti/prodotti, in modo da rendere gli studenti professionisti del settore, in grado di sviluppare progetti idonei per l'attuale mercato commerciale e artistico.

Esempi: prodotti sia per uso domestico o forniture d'ufficio (oggettistica, complementi, illuminazione, librerie, imbottiti, accessori da bagno ecc.) che prodotti per l'arredo urbano (panchine singole o modulari, vasi, fontane, giochi per bambini, illuminazione industriale, ecc.) in scala reale, con la definizione dei materiali, le texture prescelte, i relativi disegni tecnici quotati e, a completamento del lavoro, rendering fotografici tridimensionali.

Saranno progettati oggetti con i seguenti materiali: acciaio, alluminio, ceramica, cristallo, legno, lexan, marmo, materiali di riciclo, policarbonato, polietilene, vetro ecc.

Durante il corso saranno realizzati prototipi in scala reale o ridotta: manualmente quando il materiale lo consente (per esempio balsa, cartone, fogli di alluminio, pvc ecc.) o con stampante 3D di cui l’Accademia si è dotata.

Sarà altresì sperimentata l'ingegnerizzazione di alcuni lavori che comprendono componenti diversi per il completamento della funzione dell'oggetto specifico progettato.

Si faranno visite programmate in strutture produttive industriali per capire i processi di lavorazione dei materiali e i metodi per la messa in produzione dell'oggetto.

Il lavoro sarà articolato con la seguente impostazione: ricerca, progetto, verifica.

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
0
 
Curriculum professionale:
Vincenzo Missanelli
Ha studiato all'Accademia di Belle Arti di Firenze e Carrara, dove, nel '78 consegue il diploma con la tesi Indagine di alcuni metodi di progetto dalla richiesta del committente fino alla messa in produzione dell'oggetto, analizzando i metodi progettuali di alcuni oggetti di design di Mario Bellini, Silvio Coppola e Bruno Munari.
Negli anni di studi è stato allievo di Getulio Alviani, Silvio Coppola, Bruno Munari, Pier Carlo Santini, Fausta Squatriti, Alcide Ticò. Nello stesso quadriennio dell’Accademia partecipa a corsi di specializzazione in Teoria e Storia del Design, Design, Ricerca e Tecnica dei materiali artistici, Tecniche grafiche speciali. Al termine, per incontri culturali organizzati da Getulio Alviani nell’Accademia carrarese, progetta manifesti per gli artisti: Emilio Isgrò, Bruno Munari, Piero Dorazio, Luciano Lattanzi, Arnaldo Pomodoro, Umbro Apollonio e per il gallerista Renato Cardazzo.
Nel 1979 realizza il monumento in bronzo a Isabella Morra, la grande poetessa del Cinquecento, commissionato dal Comune di Valsinni (MT). Nello stesso anno, segnalato da Getulio Alviani e Umbro Apollonio, partecipa alla XIV° Internationalen Malerwochen in der Steiemark – Nue Galerie am Landes – Museum Joanneum in Austria. Nel biennio successivo compie sperimentazioni e ricerche sull’ambiguità percettiva della luce riflessa sul colore e su materiali di diversa natura, interessandosi inoltre, a problemi inerenti la plasticità strutturata e l’informazione visiva.
Nel 1981 partecipa alla XVI° edizione del Concorso nazionale di pittura “Bice Bugatti” – Nova Milanese – (MI) con l’opera dal titolo “Rotazione in senso orario di un triangolo nel quadrato e somma dello stesso nelle diverse fasi di sviluppo crescente”, vincendo il premio acquisto Fondazione Durini.
Nel 1983 inizia l’attività di Designer, con l’apertura dello studio professionale e le collaborazioni nel settore industriale, con l’offerta di servizi di design, direzione artistica, grafica e scenografia ambientale. Avvia inoltre ricerche nell’ambito della scultura per piccoli e grandi spazi ambientali, fino a progettare sculture e grattacieli utopici, ambientati virtualmente nelle città italiane (Firenze, Milano, Pisa) e metropoli internazionali (Abu Dabi, Berlino, Miami, New York, Parigi, Rio de Janeiro, Shanghai).
Nel 1986, con la Galleria Atelier Spazio Scultura (gruppo di ricerche culturali e visive) di Carrara, partecipa alla Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea di Bari – Arte, Fotografia, Design, Editoria d’Arte.
Nel 1988 ottiene il premio Design Italiano Casaidea di Roma, riconoscimento ottenuto per la lampada Cleopatra.
Nel 2003 – 2004 compie viaggi di ricerca a Hong Kong, Guangzhou, Zhongshan, Guangdong e Shanghai per verificare lo sviluppo dei nuovi mercati emergenti.
Nel 2008, con opere acquisite dalla collezione permanente della Neue Galerie di Graz, partecipa in Austria, alla grande mostra antologica Viaggio in Italia, Arte Italiana 1960 – 1990.
Dal 2009 al 2014 ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Carrara. Attualmente insegna Design al Dipartimento Progettazione e Arti applicate all’Accademia di Belle Arti di Brera  - Milano.
La sua esperienza professionale nel settore del product design nasce dalla profonda conoscenza dei materiali e tecnologie. Ritenuta la professione come valore fondante, consapevole dell’evoluzione della realtà produttiva, opera da sempre affiancando l’azienda nel complesso percorso che porta alla realizzazione del prodotto.
Ha maturato esperienze con una molteplicità di materiali: alabastro, ceramica, legno, lexan, marmo, metalli, tecnopolimeri, vetro. E’ socio dell’ADI – Associazione per il Disegno Industriale di Milano e socio fondatore dell’ADI Toscana.
Nel 2010 progetta il Teatro permanente della poesia, omaggio al poeta Albino Pierro.
Nel 2011 progetta un altare e ambone in marmo bianco Michelangelo di Carrara per la Chiesa di Gragnana (MS), consacrato dal Vescovo mons. Giovanni Santucci il 13 Ottobre 2012.
Partecipa alla mostra “Made in Tuscany”, formazione, progettualità, produttività: il Design come identità del territorio, negli spazi St. Art di Calenzano (FI).
Inoltre è membro della commissione ADI Toscana per la selezione dei prodotti delle aziende toscane per il Compasso d’Oro ADI Milano.
Nel 2012 partecipa alla III° Edizione di Giorni d’Arte Contemporanea di Pittura e Scultura a Marina di Carrara (21 Aprile/5 Maggio) e durante il Carrara Marble Week 2012 (Maggio/Luglio) con la scultura abitabile Igloo.
Dal 6 al 10 Marzo 2013 con la Galleria Vittoria di Roma, espone opere alla III° Edizione di Affordable Art Fair presso lo spazio Superstudio Più a Milano. Dal 4 al 19 Marzo Collettiva al Palazzetto Art Gallery di Roma. Dal 18 Marzo al 14 Aprile partecipa a Firenze alla mostra Ottoconotto con la Galleria Otto Luogo dell’Arte. Dal 13 Aprile al 12 Maggio mostra personale negli spazi di Vallardi Galleria d’Arte a Sarzana (SP). Dal 19 Aprile al 2 Giugno mostra personale al Palazzetto Art Gallery di Roma.
Il 15 Maggio 2014 partecipa all’Asta di Arte contemporanea (Nutrire la Pace, Energia della Vita a favore di CIPMO e HOPE), tenuta da Sotherby’s, a cura di Arturo Schwarz, svoltasi nel Palazzo Reale a Milano. Dal 4 al 28 Settembre partecipa alla collettiva di scultura “Out Art” negli spazi Peretra di Carrara (MS).
Nel 2015 mostra personale all’Associazione Culturale “Vivere l’Arte … l’Arte di Vivere” a Thiene (VI) -  (21 febbraio - 22 Marzo). Il 22 Ottobre 2015 partecipa all’Asta di Arte contemporanea (Mediterraneam Peace Channels) a favore di CIPMO, tenuta da Sotherby’s, a cura di Arturo Schwarz, svoltasi presso UniCredit Pavilion, piazza Gae Aulenti -  Milano.
Il 19 Giugno 2016 partecipa alla seconda edizione della mostra ARTEDIMARCA - Galleria “laboratorio 41” Macerata.
Dal 4 al 9 Aprile 2017  “Milano Design Week”,  espone alla Galleria Spazio Temporaneo, Via Solferino, 56 Milano.
Dal 12 giugno al 30 settembre 2018 mostra personale alla Art Gallery Carrara-Losangeles piazza Alberica 9 Carrara (MS).
 
I suoi progetti sono stati pubblicati su: Abitare, Casabella, Domus, Fascicolo, Formaluce, Il Bagno, Illuminotecnica, Interni, Interni Annual, Italian Lighting, Lighting Design, Metropolis – Usa, Ottagono, Spazio Casa, Ufficiostile.
Alcuni suoi prodotti sono stati esposti nelle più importanti manifestazioni di Design in Italia e all’estero.
Hanno scritto di lui: Gaia Bindi, Anacleto Carlucci, Antonia Ciampi, Fabio Cristelli, Riccardo Forfori, Vincenzo Lonigro, Lucilla Meloni, Antonio Petrocelli, Umberto Rovelli, Pier Carlo Santini, Vittorio Santoianni, Mons. Giovanni Santucci, Wilfried Skreiner, Andrea Vezzosi.

 

 

Note Docente
Allegati pubblici