Tecniche di ripresa / PEZONE ILARIA

Disciplina:

Tecniche di ripresa

AA:

2018

E-mail:

ilariapezone@ababrera.it

Programma del corso:

A. A. 20... – 20...

DIPARTIMENTO DI PROGETTAZIONE E ARTI APPLICATE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA

MILANO

SCUOLA DI NUOVE TECNOLOGIE DELL’ARTE

(abtec43)

PROGRAMMA DI: TECNICHE DI RIPRESA

 

Prof. PEZONE ILARIA

CREDITI 9

Indirizzo: NUOVE TECNOLOGIE DELL’ARTE

Conoscenze preliminari richieste

Essere in possesso di uno strumento audiovisivo di registrazione

 

 

 

Metodi

Lezione frontale e di laboratorio.

Sarà seguita attraverso revisioni la produzione di un breve video girato da tutti i corsisti, singolarmente oppure in gruppo.  Saranno proposte inoltre esercitazioni singole o a gruppi

 

Strumenti

Proiettore, pc, videocamere fornite dalla scuola di nuove tecnologie dell’arte e personali.

 

Modalità d’esame

Pratico con valutazione orale conoscenze acquisite. Viene richiesto un video “di

prossimità”, rielaborando in modo personale, con criteri di scelta mirata (significante-significato) forniti dal

corso,  video o pellicole amatoriali; in alternativa è

ammessa la produzione di un video “privato”, realizzato con strumenti nuovi (es. cellulari, cinecamere…). 

Per l’accesso all’esame è necessario aver consegnato le esercitazioni proposte nel corso del semestre e aver partecipato alle revisioni del progetto d’esame.

 

 

 

E-mail del prof. ILARIAPEZONE@ABABRERA.IT

 

 

Sede

BRERA2

Aula

212/205

Semestre

II

Giorno e orario

2 giorni/sett

 
 

 

Bibliografia:

Bibliografia

Albertini A., Maggioni D., Filmmaker digitale, dal progetto alla distribuzione, Hoepli, Milano

2008;

Aprà A. (a cura di), Le avventure della nonfiction. Il cinema e il suo oltre - 2, XVI Rassegna

internazionale retrospettiva, Mostra Internazionale del Nuovo Cinema, Pesaro, 25-30

novembre 1997;

Armocida P.,( a cura di), Esordi italiani- Gli anni dieci al cinema (2010- 2015), Saggi Marsilio, Venezia, 2015;

Baldacci C., Archivi impossibili – un’ossessione dell’arte contemporanea, Johan & Levi editore, Cremona, 2016;

Ballo F., Buster Keaton One Week, Lindau, Torino, 2000;

Bettetini G., Cinema: lingua e scrittura, Bompiani, 1968;

Bordwell D., Thomson K.,  Storia del cinema- un’introduzione, Mc Graw Hill education, Milano,2014;

Bordwell D., Thomson K.,  Teoria e prassi del film, Il Castoro, Milano,2003;

Burch N., Il lucernario dell’infinito, Pratiche editrice, Parma, 1994;

Chion M., L’audiovisione. Suono e immagine del cinema, lindau, Torino, 2009;

Corsi M., Corso di linguaggio audiovisivo e multimediale- cinema, televisione, web video, Hoepli, Milano 2017;

De Saussure F., Corso di linguistica generale;

Eco U., La struttura assente, Bompiani, 2004;

Ferro L., Sul cinema privato - percorsi originali d'espressione e di memoria, da

http://www.cinemaprivato.it, Marzo 2007;

Gallese V., Guerra M., Lo schermo empatico – cinema e neuroscienze, Raffello Cortina Editore, , Milano, 2015;

Gimmelli G., Grandi Affari (Big Business,James W. Horne, 1929) -  Laurel & Hardy e l’invenzione della lentezza, Mimesis, Fano, 2017;

Gregory R., Occhio e cervello, Raffello Cortina editore, Milano, 1998;

Metz C., Semiologia del cinema: saggi sulla significazione nel cinema., Garzanti, Milano, 1980;

Negroponte N., Essere digitali,  Sperling & Kupfer, Milano, 2004;

Odin R., Della finzione, Vita e Pensiero, Milano, 2004;

Pasolini P.P., La lingua scritta della realtà e Essere è naturale?, da Empirismo eretico, Garzanti, 2000;

Pezone I., Cinema di prossimità - privato, amatoriale,

sperimentale e d'artista, Falsopiano, Alessandria, 2018;

Rossi S., L’evoluzione Biologica di una lacrima, 2018, Timìa, Roma

Tosi G., Tosi U., Conoscere la video arte – tra cinema sperimentale e avanguardia nell’arte moderna, Petro Macchione Editore, Varese, 2014.

 

 

 

Caratteristiche del corso:
Obbiettivi dl corso:
 

Finalità e obiettivi

Il corso non vuole essere finalizzato al nozionismo tecnico, pertanto verrà proposto un

tema che funga da filo conduttore per l’elaborato finale richiesto. Gli studenti dovranno

fare propria la tecnica in relazione al  contenuto che si intende proporre.

Verranno fornite indicazioni legate all’evoluzione delle tecnologie audiovisive: dalla

pellicola cinematografica (35mm, 16 mm, 9,5mm e 8mm/ Super8) al video analogico e

digitale (dalle videocamere analogiche al Digitale-DV SD e HD, con introduzione ai

principali formati digitali video), distinguendo i mezzi da ripresa del campo cinematografico da quelli appartenenti al mondo televisivo.

Verranno illustrati i principali mezzi di ripresa e i relativi supporti  e si mostreranno i diversi linguaggi che ogni tecnica ha sviluppato, con particolare riferimento al cinema non-fiction. 

Le lezioni saranno accompagnate dalla visione di estratti di film/video di generi diversi, scelti in base alla tematica presentata, evidenziando tecniche e poetiche di vari registi e artisti, con particolare riferimento al cinema di prossimità, che diverrà il tema cardine del corso:

breve storia di mezzi di ripresa; la composizione; la cornice dell'immagine o inquadratura, il punto di vista, i movimenti di  macchina; elementi di regia, montaggio e suono; definizione del cinema di prossimità. A questo scopo saranno analizzate alcune sequenze estratte da opere cinematografiche e video di registi, artisti e sperimentatori del cinema “di prossimità”.  Registi e critici presenzieranno durante il corso, al fine di offrire agli studenti una visione più ampia e vicina di cinema.

 

 

Orario e aula:
Precondizioni di accesso:
Tipologia si Esame finale:
Verifiche durante il corso:
Crediti formativi
0
 
Curriculum professionale:

Ilaria Pezone si è laureata presso l'Accademia di Belle Arti di Brera frequentando la specialistica in Cinema e Video. Si forma come montatore audiovisivo; dal 2010 ha in attivo collaborazioni come operatore e montatore audio-video nella realizzazione di documentari e film sperimentali. Ha tenuto corsi e conferenze dedicati al cinema e dal 2012 si dedica all'insegnamento. È autrice del volume “Cinema di prossimità: privato, amatoriale, sperimentale e d’artista”, Falsopiano 2018. La sua filmografia si compone di corti, medi e lungometraggi, molti dei quali presentati a vari festival internazionali di cinema.

Curriculum
Note Docente
Allegati pubblici