Osservatorio X

Inaugurazione giovedì 18 novembre 2021
Basement Superstudio

Giovedì 18 novembre 2021 dalle ore 15.00 alle ore 20.00 negli spazi Basement di Superstudio si inaugura Osservatorio X la mostra che mette a fuoco alcune delle ricerche e pratiche artistiche che si sono sviluppate all’interno della Scuola di Pittura dell’Accademia di Brera. La mostra nasce dalla collaborazione tra l’Accademia e Superstudio con la partecipazione dell’associazione FlavioLucchiniArt che per l’occasione mette a disposizione i suoi spazi suggestivi del Basement – una volta rifugi antiarei della General Electric e la vetrina di MyOwnGallery.

Una collaborazione che trova nella creatività giovanile, nell’interdisciplinarietà, nella ricerca un comune terreno di confronto e di interesse.

La decima edizione di Osservatorio, progetto avviato nel 2007-2008, raccoglie una selezione di artisti che hanno partecipato alla manifestazione nel corso degli anni – su indicazione di molti docenti – e che oggi sono artisti con una continuità e tenuta di ricerca insieme ad alcuni degli artisti più giovani, ancora in formazione: un “osservatorio” sugli ultimi tre anni di attività che fornisce uno spaccato eccezionale su alcuni aspetti del fare artistico, sulle ricerche sviluppate in ambito accademico e poi proseguite, evolute nel tempo, sulle ricerche in divenire.

Un gruppo di docenti, Gabriele Di Matteo, Teresa Iaria, Ilaria Mariotti, Daniela Moro, Dany Vescovi, costituisce il team che ha selezionato artisti e opere e coordinato le varie fasi del progetto.

La Scuola di Pittura di Brera si caratterizza per varietà, interdisciplinarietà, eterogeneità delle ricerche che corrispondono a un concetto e una pratica della pittura espansa.

La mostra, presenta dunque il lavoro di 44 tra studenti (in corso negli ultimi tre anni) e ex studenti (partecipanti alle nove precedenti edizioni di Osservatorio) tenendo conto delle caratteristiche dello spazio.

Non solo pittura ma fotografia, video, scultura, disegno, installazione e performance dialogano tra loro e il luogo in continuità con la multidisciplinarità degli eventi “art” di Superstudio, di MyOwnGallery e di FlavioLucchiniArt di cui sarà possibile visitare la collezione di opere di fashion/art.

Inaugurazione 18 novembre dalle ore 15.00 alle 20.00
Programma della giornata inaugurale

15.00 - 20.00 apertura al pubblico. Ingresso su registrazione, con green pass e a numero contingentato.

17.00 e 19.00 Non si può trovare la pace sottraendosi alla vita, performance di Sabrina Garatti.

Il catalogo che documenterà la mostra e la specificità della sua costruzione in relazione allo spazio restituisce anche il carattere interdisciplinare dell’iniziativa: un gruppo di studenti del Biennio di Visual Cultures e Pratiche Curatoriali, coordinati da Chiara Spagnol, restituiscono attraverso la scrittura l’incontro con gli artisti e le opere e un altro gruppo di studenti del Biennio Fotografia Braeraklasse documentano le opere e la mostra.

Flavia Albu, Sofia Aloni, Daniela Ardiri, Andrea Barbagallo, Alessio Barchitta, Giorgia Benfante, Elias Bertoldo, Maria Elena Borsato, Alessandro Camillo Boscarini, Mariacristina Cavagnoli, Stefano De Paolis, Emma De Devitiis, Debora Fella, Francesca Finotti, Gao Lan, Sabrina Garatti, Deborah Garritani, Ignazio Giordano, Pietro Guglielmin, Matteo Girola, Silvia Greco, Adi Haxhiaj, Lu Jingqiu, Giulio Locatelli, Madeleine Fléau, Carlotta Mansi, Nadia Marni, Cecilia Mentasti, Antonello Monnini, Soheil Naderi, Gabriele Maria Napoli, Silvia Negrini, Michele Oppizzi, Noemi Petrocelli, Giulio Pace, Aronne Pleuteri, Carlo Alberto Rastelli, Josse Renda, Giulia Soldi, Arjan Shehaj, Giuliana Storino, Patrick Tabarelli, Matteo Tonelli, Viviana Valla

con

Sandra Beccaro, Marta Chinellato, Rebecca Chiusa, Edoardo Durante, Anita Fonsati, Luana Milazzo, Marco Vitale

Sede

Basement Superstudio - via Tortona 27, Milano

Periodo

19 novembre – 18 dicembre
dal lunedì al sabato 15.00 - 19.00
chiuso 6 - 8 dicembre

Ingresso

Ingresso libero con green pass e registrazione

Comunicato stampa

Locandina

Invito